Il sapore delle cose autentiche: ecco cosa distingue gli agriturismi italiani

La vacanza in agriturismo è diventata sinonimo di slow tourism, di natura, di sport all’aria aperta, ma anche e soprattutto di esperienza enogastronomica.

Con un’indagine che ha coinvolto oltre 400.000 recensioni online e più di 50.000 strutture, Italia Destinazione Digitale e Travel Appeal hanno catturato l’essenza, la crescita e la popolarità degli agriturismi italiani, identificando nel cibo uno dei fattori che determinano il successo di questo tipo di vacanza.

 

Toscana e Umbria: ecco dove si concentra il maggior numero di agriturismi

In rete, gli agriturismi rappresentano il 17% dell’offerta extralberghiera complessiva italiana. Ma tra tutte le regioni, spicca per il numero di strutture presenti online la Toscana (32% del totale). Un dato che non stupisce vista la grande popolarità di aree rurali riconosciute a livello internazionale, come il Chianti o la Val d’Orcia.

Anche gli operatori dell’Umbria, il nostro “cuore verde”, investono molto in agriturismi: qui come in Toscana, l’agriturismo è la forma di alloggio extralberghiero più diffusa a livello regionale (40% di incidenza sul totale dell’extralberghiero).

Analisi degli agriturismi in italia

 

Quali sono le regioni con gli agriturismi più frequentati?

In tutta Italia le strutture agrituristiche attive, cioè quelle che nel 2018 hanno ricevuto almeno una recensione online, sono in media l’81% del totale. Non male: significa che i viaggiatori che scelgono di soggiornare in un agriturismo, alla fine del viaggio hanno sempre qualcosa da raccontare.

Ma questo dato cresce vertiginosamente in 4 regioni in particolare: il Friuli, la Valle d’Aosta, il Molise e la Sardegna, dove gli agriturismi attivi online sono in media il 93% del totale.

 

L’agriturismo conquista anche i turisti stranieri

Gli italiani hanno già dimostrato il loro amore per il mondo degli agriturismi, ma anche i turisti stranieri iniziano ad apprezzare la vacanza in campagna: in agriturismo infatti le presenze di stranieri sono il 30% del totale.

Di questi, tedeschi, francesi, olandesi, svizzeri e inglesi, costituiscono più del 50% delle presenze straniere in agriturismo.

Analisi degli agriturismi in italia

 

Cresce l’amore, crescono le parole

Che gli agriturismi siano una soluzione sempre più apprezzata, lo dimostra il fatto che le recensioni online del 2018 siano cresciute del 20% rispetto all’anno prima, fino a toccare un volume di 412.000 commenti.

Le regioni dove le recensioni hanno registrato l’incremento più forte sono il Molise (+58%), la Calabria (+48%), il Friuli (+45%) e il Lazio (+42%).

Tutte queste recensioni possono dirci moltissime cose sulle abitudini e gli interessi degli ospiti. Tanto per iniziare, il Sentiment positivo è del 90,4%, un valore che supera di circa 2 punti la media di soddisfazione degli ospiti dell’extralberghiero.

Le regioni dove i viaggiatori che si fermano in agriturismo sono più soddisfatti dell’esperienza vissuta, sono la Valle d’Aosta, il Trentino, l’Umbria e il Piemonte: qui il Sentiment è tra il 92 e il 94,4%.

Analisi degli agriturismi in italia

 

 

L’agriturismo: il turismo enogastronomico per eccellenza

Un’analisi semantica più approfondita delle recensioni ci ha permesso di svelare quali sono gli argomenti al centro dell’attenzione dei turisti in agriturismo e quelli che suscitano più entusiasmo.

Come era facile prevedere, la location della struttura, quindi la posizione geografica e il contesto naturalistico che offre, è l’argomento più presente nelle recensioni (29% di incidenza sul totale) e di solito suscita grande apprezzamento, con un Sentiment che arriva a toccare il 96,4%.
Stessa cosa vale per l’accoglienza, che incide per il 18% nelle recensioni e spinge la reputazione del settore con il 95,6% di Sentiment positivo.

Quello che colpisce è invece la grande attenzione riservata nei commenti al cibo portato in tavola: gli ospiti ne parlano tanto (22% di incidenza) e in maniera eccellente, registrando un Sentiment del 90,6%. 

Analisi degli agriturismi in italia

 

Un dato che conferma i risultati registrati all’interno del report sull’enogastronomia in Italia realizzato da Travel Appeal, secondo il quale nel 2018 il numero delle recensioni su esperienze enogastronomiche è aumentato addirittura del 212% e che dolci e pasta fatti in casa sono due dei cibi più citati e apprezzati nelle recensioni. 

Chi passa le vacanze in agriturismo, si aspetta (e di solito trova) un’esperienza culinaria buona, genuina, da ricordare: d’altra parte, per “agriturismo” si intende sempre una forma di alloggio che comprende la possibilità di provare bevande e cibi prodotti in loco oppure in aziende agricole della zona, con una predilezione per le tipicità.

La crescita dell’apprezzamento per gli agriturismi in conclusione ci sembra riflettere in toto un cambiamento culturale già in atto: l’emergere di un viaggiatore sempre più attento alla vita slow, sostenibile, a contatto con la natura e alla ricerca di esperienze culinarie autentiche, espressione più verace del territorio e delle sue tradizioni locali.

IL PREMIO

Il primo e più importante premio sulla reputazione digitale delle destinazioni turistiche italiane.

LE RICERCHE

Scopri le ricerche di IDD. Commenti, dati, statistiche e trend… l’Italia vista dal web.

Share This